Goya, Sabba, streghe 

Il fatto che il femminismo si richiami alle streghe ed abbia come massima rivendicazione il diritto di assassinare i figli proietta l’ombra del demonio sul mondo moderno. Il femminismo ha quindi radici apertamente esoteriche. Le sue iniziatrici, infatti, praticavano l’eugenismo, lo spiritismo e il satanismo, ed erano strettamente legate alla massoneria e alle società teosofiche. Ovviamente questi fatti della storia occidentale sono rimasti a lungo in ombra, ma a porle in evidenza ha provveduto la professoressa Lucetta Scaraffia, dell’università “La Sapienza” di Roma, nella prima parte di una ben documentata monografia pubblicata insieme alla collega Anna Maria Isastia, dal titolo Donne ottimiste (Bologna, Il Mulino). Altro che lotte “laiche e libertarie”! È da movimenti esoterici (cioè satanici), sostenitori di ideologie neognostiche di “progresso”, di evoluzionismo biologico, di lotta senza quartiere contro la Chiesa, che scaturisce l’eugenismo, ossia l’idea secondo la quale bisogna individuare negli esseri umani i segni delle razze “superiori” e favorirli in modo da generare una numerosa discendenza che sostituisca a poco a poco la vecchia “razza inferiore”. Non è puro nazismo? E poi, se si scoprono questi altarini del corrotto Occidente, i cosiddetti censori (anonimi e senza volto) hanno il coraggio di bloccare su Facciabbucco con la scusa di “incitamento all’odio” e di violazione degli “standard della community”.

Leggi tutto