I Trigotti

Necessaria precisazione: e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

Mese: settembre 2019

IL DIAVOLO ARTURO

IL DIAVOLO ARTURO

Secondo il dotto parere del boss della ghenga gesuitica Arturo Sosa, il diavolo non esiste, è una figura simbolica, un’invenzione dell’uomo per esprimere il male. In questo, come in tutti gli inganni, si nasconde un piccolissimo grano di verità: è vero che l’uomo, confinato nelle tenebre della terra, costretto a vedere le cose solo attraverso uno specchio, si fa un’idea del demonio partendo dall’esperienza del male, ma ciò non significa affatto che con quest’idea sia tutto finito e che il diavolo non esista.

Leggi tutto

PIÙ CARITÀ E MENO SCIENZA FAREBBERO COMPRENDERE MEGLIO MARIA VALTORTA

Emilio Biagini

A PROPOSITO DI PROVE SCIENTIFICHE

DELLE VISIONI DI MARIA VALTORTA

Le prove scientifiche, nel caso di Maria Valtorta, sono ormai talmente schiaccianti che nuove prove non aggiungerebbero nulla alla credibilità dell’Opera. Inoltre, l’esattezza delle descrizioni non prova affatto che l’origine sia divina; potrebbe infatti trattarsi di opera diabolica. Il diavolo, astutissimo nell’ingannare e nel portare fuori strada i laici e specialmente i consacrati troppo infatuati della scienza, potrebbe aver dato visioni esatte, aggiungendovi naturalmente qualche piccola eresia nascosta, come veleno in un bicchiere di vino.

Leggi tutto

IL DOMINIO AMERICANO SUL MONDO -3ª puntata

Emilio Biagini

IL DOMINIO AMERICANO SUL MONDO
“Libertà”, “democrazia”, guerre, massacri, usura

V

L’ascesa a superpotenza

Forti della loro lunga esperienza nel portare la pace (eterna) nelle Americhe ed oltremare, gli Usa, per bocca del presidente Woodrow Wilson, in un discorso pronunciato l’8 gennaio 1918 davanti al Senato, si impancarono a consiglieri morali sul modo di mantenere la pace. Furono questi i famosi “quattordici punti” che si possono sintetizzare come segue: “pace senza vincitori”, “eguaglianza delle nazioni”, “autogoverno dei popoli”, “riduzione degli armamenti”, “libertà dei mari”. Tutte belle chiacchiere che non fermarono l’avidità dei finanzieri americani decisi a recuperare al più presto possibile i propri crediti, da cui derivò una “pace” punitiva che impose alla Germania mostruose riparazioni di guerra e il saccheggio dei preziosi brevetti tecnologici che questa deteneva: ciò sabotò spietatamente la fragile democrazia della Repubblica di Weimar, aprendo la strada all’avvento di Hitler.

Leggi tutto

IL DOMINIO AMERICANO SUL MONDO -2ª puntata

Emilio Biagini

IL DOMINIO AMERICANO SUL MONDO
“Libertà”, “democrazia”, guerre, massacri, usura

III

Un governo nazionale

Le tredici colonie insediate sulla costa atlantica, ormai divenute stati, erano diverse per economia, grado di sviluppo e interessi, ma la comune esperienza della lotta per l’indipendenza e la necessità di affrontare problemi comuni portarono dapprima a formare una confederazione, poi prevalse, nel 1788, una più stretta unione federale, il cui primo presidente fu il generale George Washington, ovviamente massone del massimo livello. La prima capitale fu New York, poi Philadelphia, fino a che venne appositamente fondata la capitale definitiva, Washington, nel distretto di Columbia, ritagliato nel 1801 da una zona di confine tra Maryland e Virginia.

Leggi tutto

© I TRIGOTTI & Tutti i diritti riservati & C.F. BGNMLE41D04D969T & Privacy Policy & Informativa Cookies & Credits dpsonline*

velit, Donec sed non leo. odio