I Trigotti

Necessaria precisazione: e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

I Trigotti

Categoria: Narrativa (Pagina 1 di 5)

INNOVAZIONI CONCILIARI

Una signora un po’ anzianotta, non troppo abituata ad andare a Messa e del tutto ignorante delle brillanti innovazioni conciliari, andò a trovare per qualche giorno certi suoi parenti molto bigotti che non tardarono a portarla a Messa. Quando la celebrazione arrivò allo “Scambiatevi un segno di pace”, e tutti si misero a stringersi reciprocamente la mano, la signora si vide offrire la mano da un aitante giovanotto; gliela strinse con grande entusiasmo, gli strizzò l’occhio e gli sussurrò in confidenza: “Molto bene, poi ci vediamo fuori.”

Leggi tutto

LA FONTAINE RELOADED

Nella repubblica delle formiche fervevano le opere, a dispetto del Gran Pazurko che le comandava e faceva di tutto per dirottare nella sua capace ventraia, e nella corte dei miracoli formata dai suoi scherani, agenti del fisco e burocrati, tutto quello che le laboriose formiche producevano. Purtroppo, da un po’ di tempo, le formiche stavano perdendo lo slancio di una volta, anche perché invecchiavano, grazie alla politica antinatalista e ambientalista del Gran Pazurko, il quale temeva che l’esservi “troppe” formiche potesse minare il suo potere.

Leggi tutto

LA FRANA

“Supereminentissimo Prelato, sembra che la Madonna sia apparsa alla vecchia Carolina…”

“Uffa, queste vecchie ignoranti…”

“Pare che le abbia detto che il Monte del Diavolo sta per franare…”

“Ma che storie!”

“E che solo consacrandolo al Cuore Immacolato di Maria si potrà evitare il disastro.”

“Ma che superstizioni di donnette! Perfino dopo il vivificante Concilio…”

“E ha detto di farlo subito, altrimenti ce ne pentiremo.”

“Ma figuriamoci, questi cristiani apparizionisti, sgranarosari, facce da sottaceti…”

Leggi tutto

L’ISTITUZIONE AKKADEMIKA LAIKA E POLITIKAMENTE KORRETTA

— Kolleghi, dopo profonda riflessione, kon grande personale sacrificio e molte notti insonni, — esordì al “coniglio” di facoltà, calcando bene su ogni parola, il sapienziale personaggio, proveniente da Toma la Supponenza, gran censore di libri di testo che non aveva letto, terrore delle segretarie, tappatore di bocche che pretendevano di parlare, castigatore dei dissenzienti — sono giunto all’inkrollabile persuasione dell’assoluta, imprescindibile, ineludibile, kogente, stratosferica necessità di difendere la Sakra Istituzione, consakrata dall’indefessa opera di ottimi buoni maestri, kontro l’uso improprio di mezzi didattici da parte dei kani sciolti che pretendono di possedere la… ah, ah, ah, ah!… verità. Nessuno, ribadisco, nessuno deve poter dire kuello che vuole, ma solo ciò ke sarà rikonosciuto politikamente korretto (con la kappa). Dopo lunghe notti insonni ke, non è necessario ke lo sottolinei, sono la mia principale specialità, ho deliberato ke il grado di konformismo e korrettezza politika (con la kappa) sarà giudikato dall’apposita kommissione inquisitoria all’uopo da me nominata, e komposta anzitutto da me, poi da me e ancora da me, kon l’ausilio degli illustri kolleghi Zero, Pinokkio, il Gatto e la Volpe. —

Leggi tutto

L’INCONTRO ECUMENICO

Obbedendo gioiosamente alla paterna nonché apostolica esortazione della Sacra Corona, il vecchio parroco don Tanfurio ospitò in canonica un giovane rifugiato, di quelli che il Quarto Reich ci ordina di andare a prendere nei dintorni di Pantelleria. L’ospite era molto pio e pregava regolarmente cinque volte il giorno rivolto alla Mecca, e storceva il naso disgustato ogni volta che la perpetua a pranzo gli offriva dell’ottimo prosciutto.

Ben presto, valendosi della generosa legge politicamente corretta, del “ricongiungimento familiare”, il gradito ospite fece arrivare le sue quattro mogli, un po’ di suocere e uno stuolo di bambini che rallegrarono la tetra canonica coi loro rumorosi giochi. Un giorno il vecchio don Tanfurio sfiorò con una carezza il capo di uno dei piccoli. Il grazioso frugoletto si mise immediatamente ad urlare che l’infedele l’aveva “toccato” e l’intera famiglia ospite si riversò sul parroco e sulla perpetua riempiendoli di sganassoni.

Leggi tutto

I PENSIERI DI MICIO MIAO

Il relativismo è un libro giallo dove l’investigatore cieco finisce in un pozzo nero e l’assassino ride a  crepapelle.

Il laicismo è un libro giallo dove l’assassino fa il processo al giudice.

Ma Sodoma e Gomorra erano marito e moglie, o marito e marito, o moglie e moglie?

Ma a Sodoma avevano dimenticato di staccare la corrente durante il temporale?

Sua Reverenza cattomodernista si veste per andare a tenere la dotta conferenza sulla superiorità dell’Islam e sul peccataccio delle Crociate.

Leggi tutto

DARWIN reloaded

Nel novembre 2058, in occasione dell’apertura delle celebrazioni del duecentocinquantesimo anniversario della nascita del grandissimo naturalista Charles Darwin, che ricorreva l’anno seguente, gli organizzatori del prestigioso Festival della Scienza di Mezastrassa avevano invitato a tenere la prolusione di apertura il celebre scienziato Charles D. Monkey dell’università di Rubbish Heap.
Mentre si recava all’auditorium nel quale doveva svolgere la sua dotta prolusione, il paladino di Darwin, comodamente accoccolato sul sedile posteriore della limousine, teneva nella mano numero uno un bicchiere di eccellente whisky, con la numero due reggeva un ottimo sigaro acceso, con la terza e la quarta scriveva al computer, dando gli ultimi tocchi alla sua dotta conferenza.

Leggi tutto

SE IL MIRACOLO DELLA NEVE SUCCEDESSE OGGI (reloaded)

Constatato che la precedente versione è troppo mite rispetto alle vertiginose trasformazioni/deformazioni in atto, abbiamo preparato questo nuovo testo più aggiornato rispetto all’attuale deriva vaticana.

Nell’anno 358 la Madonna apparve in sogno a Papa Liberio e gli chiese di costruire una chiesa a Lei dedicata. Quella stessa mattina nevicò proprio sul luogo dove ora sorge la Basilica di Santa Maria Maggiore: era il 5 agosto. Il Papa si affrettò a riconoscere il miracolo e senza indugio fece costruire la basilica sul luogo indicato dalla miracolosa neve.

Leggi tutto

DEDICATO AL GRANDE ORIENTE MURATORIO E PIASTRELLISTA

Messaggio del Grande Oriente Muratorio e Piastrellista: “Siamo lieti di essere i primi ad offrire le nostre muratorie felicitazioni al confratello professor Minimo Angelini già preside (purtroppo per soli due anni) nell’università di Bava Verde, per le sue mirabili iniziative a favore dell’italico sermone nel prestigioso ambito della Muratoria Esternazione Romana Dell’Ammanigliati, che per l’italico sermone tanto ponza e tanto fa. Siamo certi che sotto la sua illuminata guida l’italico sermone sarà senza fallo depurato da ogni allusione men che genuflessa ai preziosi ghei.”

Leggi tutto

I MANEGGI PER MARITARE UNA BARONESSINA

I MANEGGI PER MARITARE UNA BARONESSINA

Atto unico

Questo atto unico è parte di un volume ancora inedito (ma uscirà, oh se uscirà), a firma dei perfidi Trigotti (autore principale Maria Antonietta, coautore Emilio), dal titolo LA SCIENZA DI BLATERONTE (spiegata al popolo). Va detto che è stato rappresentato con successo al Teatro della Gioventù di Genova poco prima che i comunisti (pardon, i “democratici”) si impadronissero del teatro e lo mandassero in fallimento in brevissimo tempo.

Chiedendo scusa a Nicolò Bacigalupo e a Gilberto Govi per l’intrusione, vorremmo osservare che la somiglianza alla celebre commedia non si spinge al di là del titolo, dato che il mondo qui rappresentato è di gran lunga più perfido. La ragazza da maritare, infatti, non è una squinzia qualunque ma la figlia di un barone universitario, e come tale — che abbia meriti o demeriti personali, grazie fisiche o disgrazie metafisiche, poco importa — fa pur sempre parte, per diritto familiare ed ereditario, della casta. Se il padre è barone, la figlia è baronessina e, sebbene racchia e del tutto priva di spirito, non mancherà ugualmente di trovare prima o poi l’incosciente disperato che se la sposa.

Leggi tutto

(Pagina 1 di 5)

© I TRIGOTTI & Tutti i diritti riservati & C.F. BGNMLE41D04D969T & Privacy Policy & Informativa Cookies & Credits dpsonline*

neque. porta. eleifend elit. felis dictum elementum consequat. elit. ultricies ut Aenean