•  
  •  
  •  
  •  

CRISTOFORO COLOMBO, DELINQUENTI E PAGLIACCI ASSORTITI

Ora che Cristoforo Colombo è caduto in disgrazia, presso i politicamente corretti yankee (che non si decidono mai a “go home”), la smetteranno i presuntuosi spagnoli nei loro ridicoli tentativi di accaparramento dello scopritore da loro ribattezzato Cristobal Colon.

Per accattivarsi il political-correttume, non esiteranno più a lasciarci il nostro – esclusivamente nostro – Cristoforo Colombo, genovese, che è stato un grand’uomo.

Cristoforo Colombo non poteva certo prevedere che della sua Scoperta se ne sarebbero approfittati i pirati e assassini anglosassoni che hanno massacrato gli indiani, rovinato il Nordamerica, e più tardi anche il Centro e il Sud, e buona parte del resto del mondo, grazie alle loro cabale massoniche, grazie ai loro incontrollati istinti omicidi, grazie alla loro continua voglia di fare la guerra, grazie alla loro sete inesausta di petrolio e di qualunque altra cosa ci fosse da arraffare, grazie alla loro ipocrita frenesia di esportare quella che loro chiamano “libertà”.

ORAZIA


  •  
  •  
  •  
  •