•  
  •  
  •  

Per avere scritto questo:

великий путин сказал западный мир преобладают садисты-педерасты. он прав.

E cioè che il Presidente Putin ha ragione riguardo alle vergogne di chi controlla politicamente e culturalmente l’Occidente, mi hanno bloccato da Facebook per 24 ore. Ecco come hanno giustificato il loro penoso intervento:

Il tuo commento non rispettava gli Standard della community in materia di incitamento all’odio

Di recente hai pubblicato un contenuto che non rispetta le normative di Facebook, pertanto ti è stato impedito temporaneamente di usare questa funzione. Per ulteriori informazioni, visita il Centro assistenza.

Per impedire di ricevere blocchi in futuro, assicurati di aver letto e compreso gli Standard della community di Facebook.

Se ritieni che il contenuto rispetti i nostri Standard della community, faccelo sapere.

Ho cercato di “farglielo sapere” (dicendo che si trattava solo di una citazione di un parere espresso da un rispettabile capo di Stato estero) e mi sono trovato davanti innumerevoli volte la scritta enigmatica: Impossibile elaborare la tua richiesta, qualunque cosa ciò voglia dire. Cioè si sono rifiutati di ascoltarmi e tanto meno di rispondermi.

Avevo fatto presente che già nel 1997 il Professor Giuseppe Cosco, in Politica, magia e satanismo (Udine, Edizioni del Segno) scriveva:

Membri delle massime organizzazioni mondiali impegnate nella “battaglia ecologista” per “salvare il mondo”, quelle stesse a cui gli Stati sovrani stanno svendendo la sovranità che hanno avuto in custodia dai loro popoli, dietro la maschera degli “interventi umanitari”, trafficano in organi umani strappati ai poveri del Terzo Mondo e creano reti di pedofili dove si vendono, come “merce” da consumare atrocemente, corpi di bambini. In certi paesi reti pedofile e ambienti governativi addirittura coincidono e certe alleanze politiche sono saldate dalla partecipazione a comuni, occulte aberrazioni sessuali.

Che vergogna essere governati da esseri simili, e di fronte a tutto il resto del mondo, e sulla base di questi fatti il presidente russo Vladimir Putin ha potuto affermare pubblicamente il 3 luglio 2019 che l’Occidente è controllato da pedofili satanici (malaalde.blogspot.com/2019/07/vladimir-putin-loccidente.html).

Dunque denunciare una verità vergognosa sarebbe “incitamento all’odio”. Forse coprire le magagne di regime di una società in putrefazione, ossia rendersene complice, sarebbe invece “incitamento all’amore”?

In un mondo occidentale dove viene bollata come “discorso di odio” la Sacra Bibbia, dove si mettono sotto accusa Dante Alighieri e Shakespeare, dove si innalzano statue a satana e si abbattono i monumenti a Cristoforo Colombo, dove si è perduto ogni senso morale, dove la democrazia è diventata brogliocrazia, dove le lobbies delle fabbriche di armi dell’America dettano legge al mondo e lo bombardano impunemente, è un onore essere perseguitati e bloccati su Facciabbucco senza che i censori del regime di Mark Zuckerberg, Bill Gates, George Soros, Rockefeller, Rothschild e compagnia cantante si degnino neppure di rispondere.

Del resto siamo alle denunce anonime. Chi sono questi fantomatici altri utenti di Facciabbucco che si sarebbero lamentati della mia citazione delle sacrosante opinioni del Presidente Vladimir Putin in fatto di corruzione delle élites occidentali? Vengano fuori, si facciano conoscere. Di che hanno paura? Io non mi sono certo nascosto dietro uno pseudonimo, tanto meno nell’anonimato. Forse si vergognano di dire il proprio nome? Oppure tutto dipende da un semplice meccanismo che sceglie a caso qualche parola chiave e in base a quella mette i blocchi alla libera espressione delle opinioni e al disgusto suscitato dal marciume? E, nonostante sembri aperto alla discussione (con relativo pulsante per la richiesta di spiegazioni), il meccanismo rifiuta di rispondere. Niente discussione e libertà zero: solo cani da guardia meccanici con guinzaglio più o meno lungo.


  •  
  •  
  •