•  
  •  
  •  
  •  

Africa. Sudafrica. Cape Town. Cecil Rhodes Memorial (Cecil John Rhodes, nato a Bishop’s Stortford, 5 luglio 1853 – morto a Muizenberg, al Capo, 26 marzo 1902, fu un imprenditore e politico britannico, celebre per il ruolo che ebbe nell’espansione britannica in Africa e nello sfruttamento delle risorse del continente. Nel nuovo Sudafrica politicamente corretto, dominato dai negri, il suo nome è esecrato e una sua statua è stata rimossa dal campus dell’Università di Città del Capo. Non è escluso che in futuro venga demolito anche il suo Memoriale, cosa stupida come tutti gli accanimenti contro i monumenti storici dopo i cambiamenti di regime. Ma il peggio è il sistematico assassinio dei coltivatori bianchi e le altre persecuzioni contro i bianchi che, come in Rhodesia, ribattezzata Zimbabwe, finirà per devastare e impoverire anche il Sudafrica. Frattanto, in nome del politicamente corretto, e stato sdoganato il vizio contro natura, con la benedizione dei poteri forti della grande finanza usuraia e massonica di Wall Street. L’Australia sta progettando di aprire un corridoio umanitario per i rifugiati bianchi dal Sudafrica.)

 


  •  
  •  
  •  
  •