•  
  •  
  •  
  •  

Europa. Italia. Albenga. 5 (Battistero. Interno della cupola rovinata da Alfredo d’Andrade (1839-1915). La cupola originale, costituita da anfore, venne demolita per suo ordine, nella persuasione che non fosse originale. Solo uno dei tanti scempi del patrimonio artistico italiano perpetrato con le invasioni barbariche sabaude. L’Italia “liberata” doveva essere riorganizzata anche dal lato artistico, da cui chiese sconsacrate e riempite di sale per rovinare gli affreschi, migliaia di opere d’arte sequestrate e scomparse, rubate e rivendute all’estero, e anche questo scempio computo da questo massone portoghese naturalizzato italiano e ben ammanigliato con la cosca massonica che si era impadronita dell’Italia con l’infame prolungamento dell’infame Rivoluzione francese noto come “Risorgimento”.)


  •  
  •  
  •  
  •