•  
  •  
  •  
  •  

Europa. Germania. Sassonia-Anhalt. Magdeburgo 11

Questo monumento bronzeo immortala il gesto di un ufficiale russo dell’esercito occupante dopo la seconda guerra mondiale, il quale salvò la vita ad una bambina tedesca che era caduta dalla finestra, accogliendola appena in tempo nel suo cappotto militare allargato come rete di salvataggio. Notare la discreta presenza dell’angelo custode raffigurato sulla sinistra della tavola bronzea, a testimoniare che né barbarie comunista, né nazista, né repubblican-liberal-laicista possono nascondere l’esisteza di un mondo soprannaturale e divino ben più potente del povero mondo materiale o, come scrive il Sommo Poeta, più forte e reale de “l’aiuola che ci fa tanto feroci”. In altre parole, rassegnatevi atei, Dio c’è, e non è il “dio” immanente della natura che immaginate.

 


  •  
  •  
  •  
  •