•  
  •  
  •  
  •  

Merdaglia d’oro al valor civile al compagno Orvellino Ottantaquattro

Già distintosi sulle barricate sessantottarde in lotta contro la piatta logica e il borghese buon senso, partecipava con rinnovato vigore nella creazione della Neolingua, onde realizzare la società senza pensiero, dove falce e spinello cambiano il cervello. Avendo lo spinello completamente sostituito quanto restava del suo cerebro ed essendo quindi convinto che la realtà non esiste, ma che siamo noi che, parlandone, ce la costruiamo volta per volta, andò a passeggiare per aria; ma l’aria, con la borghese banalità delle cose reali, non lo sostenne, provocandone il decesso e rendendo necessario l’uso del cucchiaino per la raccolta dei miseri resti. Fulgido esempio di coraggiosa lotta alla banalità borghese, alla realtà e alla molesta verità.

EMILIO BIAGINI


  •  
  •  
  •  
  •