I Trigotti

Necessaria precisazione: e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

I Trigotti

Categoria: Ridicularia (Pagina 3 di 9)

IL TRIPPAVISATORE

IL TRIPPAVISATORE AVVISATO

Prima scena: elegante e ben gestito ristorantino con eccellente cucina.

CLIENTE – Conto, prego.

RISTORATORE – Ecco il conto.

CLIENTE – Ma è troppo caro.

RISTORATORE – Ma cosa dice?

CLIENTE – Le dico di sì. Io sono un grande scrittore di trippavvisi. Se lei non mi fa lo sconto, le faccio una tripparecensione da levare il pelo.

RISTORATORE – Senta, questi ricatti non mi vanno. Paghi quello che deve e liberi il tavolo, che c’è gente che aspetta.

CLIENTE – Te ne pentirai, oste della malora.

Leggi tutto

LA FRANA

“Supereminentissimo Prelato, sembra che la Madonna sia apparsa alla vecchia Carolina…”

“Uffa, queste vecchie ignoranti…”

“Pare che le abbia detto che il Monte del Diavolo sta per franare…”

“Ma che storie!”

“E che solo consacrandolo al Cuore Immacolato di Maria si potrà evitare il disastro.”

“Ma che superstizioni di donnette! Perfino dopo il vivificante Concilio…”

“E ha detto di farlo subito, altrimenti ce ne pentiremo.”

“Ma figuriamoci, questi cristiani apparizionisti, sgranarosari, facce da sottaceti…”

Leggi tutto

MA QUANTO SONO BUONII QUESTI ANIMALISTI

‘UN TOCCATE I HONIGLI,

MA DE’ BIMBI E DE’ VECCHI CHE CE FREGA?

In un paese della Toscana rossa, il sor Pancrazio incontra un amico e gli racconta:

“Andai dal behhaio a homprare un honiglio da mettere in hasserola,  e sai hosa mi disse? Mi redarguì: ‘O grullo, o he tu vvoi? Il coniglio è animale d’affezione e han vietato di mascellarlo. Se voi ti do du’ bistecche di haprone.’ Me ne sono andato sahramentando. Ma tu guarda! La mi’ moje ha ammazzato du’ bimbi holl’aborto, hanno ammazzato mi babbo in ospedale con la scusa dell’eutanasia, e io ‘un posso mangiarmi un honiglio?”.

Leggi tutto

L’ISTITUZIONE AKKADEMIKA LAIKA E POLITIKAMENTE KORRETTA

— Kolleghi, dopo profonda riflessione, kon grande personale sacrificio e molte notti insonni, — esordì al “coniglio” di facoltà, calcando bene su ogni parola, il sapienziale personaggio, proveniente da Toma la Supponenza, gran censore di libri di testo che non aveva letto, terrore delle segretarie, tappatore di bocche che pretendevano di parlare, castigatore dei dissenzienti — sono giunto all’inkrollabile persuasione dell’assoluta, imprescindibile, ineludibile, kogente, stratosferica necessità di difendere la Sakra Istituzione, consakrata dall’indefessa opera di ottimi buoni maestri, kontro l’uso improprio di mezzi didattici da parte dei kani sciolti che pretendono di possedere la… ah, ah, ah, ah!… verità. Nessuno, ribadisco, nessuno deve poter dire kuello che vuole, ma solo ciò ke sarà rikonosciuto politikamente korretto (con la kappa). Dopo lunghe notti insonni ke, non è necessario ke lo sottolinei, sono la mia principale specialità, ho deliberato ke il grado di konformismo e korrettezza politika (con la kappa) sarà giudikato dall’apposita kommissione inquisitoria all’uopo da me nominata, e komposta anzitutto da me, poi da me e ancora da me, kon l’ausilio degli illustri kolleghi Zero, Pinokkio, il Gatto e la Volpe. —

Leggi tutto

IL SEDERE DEL SENATO

IL SEDERE (PARDON, IL PARERE) DEL SENATO

Atto unico

Personaggi:

il MAGNIFICO REATTORE dell’ateneo di Pratomelmoso;

Max BLATERONTE, preside della facoltà di D.P.A. (E.P.A.) [Disoccupazione Permanente Assicurata (Eccetto Per Ammanigliati); la dicitura è stata spiegata per esteso onde ottemperare al codice etilico, o e(me)tico, che prescrive la trasparenza];

ORKETTO FALCE E KULETTO, principale rappresentante degli studenti, in odore di rapida carriera per meriti speciali.

Lo sala delle turbine del Magnifico Reattore nel prestigioso ateneo di Pratomelmoso.

Leggi tutto

MEDDIOEVVO, AHIMÉ, È TORNATTO

MEDDIOEVVO, AHIMÉ, È TORNATTO,

MALLEDDETTO INDELLIKATTO

Realistica azione scenica in due quadri

Personaggi:

ORKETTO FALCE E KULETTO, studdente impegnatto e polittikkammente korretto;

PISELLO KULETTO E MARTELLO, studdente impegnattissimmo e polittikkammente korrettissimmo.

QUADRO PRIMO

Unna stanzetta riservatta agli studdenti nell’istituzionne kattedroppolitanna di Prattomelmosso. I due cappiscarricchi si consultanno sul moddo migliorre per romperre le scattolle al proffessor Indellikkatto, reo di pensarre con la propria testa. Parlanno con accento vaggammente prattommelmossicco.

Leggi tutto

DAL MONDO DELLA MEDICINA. OTTAVA LEZIONE

LA SINDROME APF

Una spaventosa sindrome di massa dilaga tra i laici: la APL (Anti Prelati Luciferini).

Il sintomo principale è un profondo disgusto verso tutti i prelati luciferini che puniscono chi denuncia i preti invertiti invece di sospendere a divinis i preti invertiti stessi.

Il malato tende a perdere ogni fiducia nella Sacra Gerarchia e non va più a Messa, oppure cerca un prete sano e segue quello, anche se ha la chiesa a svariati chilometri di distanza.

La prognosi è generalmente infausta per l’otto per mille alle casse vaticane della neochiesa.

Leggi tutto

DAL MONDO DELLA MEDICINA. SETTIMA LEZIONE

LA SINDROME AVT

Una nuova perniciosa sindrome di massa dilaga tra i laici: la AVT (Aspirazione a una Vita Normale).

Il sintomo principale è una perniciosa tendenza a credere che l’emergenza sanitaria possa essere superata, che il governo degli inchiavardati alle poltrone cada e che si possa tornare a una vita normale.

Il malato si illude che la Sacra Gerarchia possa aiutarlo, incoraggiandolo a sperare e ammonendo il governo degli inchiavardati alle poltrone a seguire l’esempio di quei paesi dove l’emergenza è stata da tempo superata con sacrifici di gran lunga minori.

Leggi tutto

DAL MONDO DELLA MEDICINA. SESTA LEZIONE

LA SINDROME MVA

Le superiori autorità della Sacra Gerarchia sono in allarme per l’insorgere, di una rara ma estremamente fastidiosa malattia: la sindrome MVA (misticismo veggente adorante).

Il sintomo principale è una insidiosa tendenza di talune femmine a illudersi di avere rivelazioni.

L’inferma dichiara insistentemente di parlare col Salvatore, Sua Madre (che in verità farebbe bene a impicciarsi dei fatti suoi), e con altri presunti abitatori delle celesti sfere i quali, se esistenti e se avessero qualcosa da dire, dovrebbero, se mai, comunicare con la Sacra Gerarchia stessa, invece di occuparsi di esseri femminili spesso malaticci, inferiori e insignificanti.

Leggi tutto

DAL MONDO DELLA MEDICINA. QUINTA LEZIONE

LA SINDROME CEE

Una nuova pericolosa sindrome si è insinuata nei laici: la CEE (Concordista Entusiasta Esagitato).

Il sintomo principale è un’esagerata tendenza di taluni laici a credere, senza previa autorizzazione superiore della Sacra Gerarchia, che la Sacra Scrittura abbia qualcosa a che fare con la realtà.

Il malato si addentra in ricerche che non gli competono e arriva perfino a rallegrarsi se paiono avere successo.

La prognosi è generalmente infausta, soprattutto per l’amor proprio dei chierici indebitamente scavalcati.

Leggi tutto

(Pagina 3 di 9)

© I TRIGOTTI & Tutti i diritti riservati & C.F. BGNMLE41D04D969T & Privacy Policy & Informativa Cookies & Credits dpsonline*

porta. Curabitur id venenatis amet, efficitur. mi,