Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

And the winner is …….

Ben meritevole dell’aquila d’oro, ecco a voi:

Philippe de Vulpillières (2017) L’homme tue et la femme rend fou. Comprendre l’architecture de la Société du Suicide, essai, Le Retour Aux Sources

I dati sull’autore, tratti da internet (Babelio.webarchive), ci informano che “Philippe de Vulpillières, nato il 17 novembre 1972, è diplomato alla prestigiosa International Business School di Parigi. Dopo essere stato un giovane leone delle notti parigine fino alla fine degli anni ‘90, ha lasciato la capitale francese per trasferirsi a La Valletta (Malta), e si è dato alla vita ascetica ritmata dalla preghiera, dal digiuno, dal volontariato e dallo studio critico delle attutali credenze occidentali. Risiede attualmente a Genova. L’homme tue et la femme rend fou è il suo primo libro.”

Leggi tutto