•  
  •  
  •  
  •  

ORO O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA

Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura_vipera

And the winner is …….

Ecco il vincitore della prossima Vipera di latta:

il film necrofilo AGORA di Alejandro Amenabar.

Segue un commento su questa ennesima fregnaccia dell’ineffabile Amenabar, scritto da Emilio Biagini:

Nella sparuta famiglia Adams dei “martiri” anticristiani, Mortisia Ipazia e la zio Fester Giordano Bruno continuano a far battere i cuori di atei, agnostici, apostati, cosiddetti “liberi” pensatori, freddurai alla Odifreddi, astrofisiche (più belle che intelligenti) piene di sé, capaci solo di ripetere banalità anticristiane, e fauna consimile.

 

Frattanto, i martiri che hanno versato il sangue per la Chiesa, fino ad oggi, sono già settanta milioni, e le persecuzioni non accennano a finire. Milioni e milioni di nuovi martiri sono destinati ad aggiungersi prima che Cristo ritorni in gloria a giudicare i vivi e i morti e far tacere per sempre gli imbecilli che lo negano.

I necrofori laicisti, scavando nei meandri della storia, sono alla costante ricerca di accuse da lanciare alla Chiesa, colpevole di essersi qualche volta difesa. Le bestialità gnostiche della “scienziata” Ipazia erano le stesse in nome delle quali milioni di cristiani sono stati macellati, sacrificati agli dei pagani e a satanasso. Quando Ipazia è stata eliminata, era ancora freschissimo il ricordo degli innumerevoli cristiani gettati alle belve nel circo, crocifissi e bruciati vivi dai pagani. Chissà perché, qualche volta anche i cristiani, nel loro piccolo, s’incazzano?

EMILIO BIAGINI


  •  
  •  
  •  
  •