•  
  •  
  •  
  •  

La morte dell’evoluzionismo si chiama matematica.

A che serve l’evoluzionismo? A giustificare le sopraffazioni e i vizi.

Il saccente sta al sapiente come la scimmia sta all’immagine divina che è nell’uomo.

La serietà scientifica degli ambientalisti è pari al loro senso del ridicolo. Senza di loro il mondo sarebbe senz’altro più povero (di occasioni per la satira).

L’ambientalismo ha tre radici: multinazionali (terrorizzate dalle innovazioni tecnologiche), protagonismo (degli scienziati), (neo)paganesimo (di tutti quelli che vogliono fare i propri comodi).

L’ambientalismo estremo catastrofista è peggio che malvagio: è una sciocchezza.

La madre degli ambientalisti è sempre incinta.

Che bel mondo ambientalisticamente corretto se gli esseri umani fossero estinti; peccato solo che non ci sarebbe nessuno a goderne.

Dato che gli ambientalisti spasimano tanto per l’estinzione dell’umanità, perché non si suicidano, per dare il buon esempio?

L’estinzione dell’umanità avrebbe almeno un vantaggio: la scomparsa degli ambientalisti.

Bacilli del colera di tutto il mondo, unitevi.

Rallegratevi ed esultate, zanzare, le vostre sofferenze sono alla fine: prima c’erano le bonifiche, adesso arrivano le malifiche.

Perché preoccuparsi del veleno delle zanzare? E’ una cosa naturale, quindi non è inquinamento. Sì, non c’è nessun motivo di preoccuparsi: è solo veleno.

Non c’è niente che metta in fuga il diavolo meglio di una presa in giro. Che serva anche contro gli ambientalisti?


  •  
  •  
  •  
  •