•  
  •  
  •  
  •  

LA GONFESSIONE DEL GOMPLOTTISTA PENTITO

Come dicono le galline politicamente corrette che non sanno pronunciare la lettera “c”, io gonfesso (sic) di essere un gomplottista (ri-sic), e di ciò mi pento e mi dolgo.

La mia distorsione gomplottista mi ha impedito di vedere che, invece, è tutto così chiaro e limpido, come ben sanno perfino le galline.

E guindi (sic) non esito ad ammettere guanto (ri-sic) segue:

La televisione racconta la pura verità.

La stampa è indipendente e obiettiva. L’ha detto l’Araldo Repubblicardo.

Grazie alla resistenza siamo liberi. L’ha detto l’Anpi.

Oggi viviamo felicemente nella democrazia nata dalla resistenza e fondata sul lavoro. L’ha detto l’Anpi.

La mafia non esiste. Totò Riina lo disse, e iddu ommu d’onuri è.

La massoneria è una disinteressata associazione culturale che non si occupa di politica. L’ha detto il Gran Maestro in un’intervista al Bestiario repubblichevole.

L’occupante del Vaticano sa quel che fa. L’ha detto Fanghiglia cristiana.

L’occupante del Quirinale sa quel che fa. L’ha detto il Corrierazzo repubblicazzo.

Il governo sa quel che fa. L’ha detto la Stampacchia muratoria.

Il governo pensa costantemente al benessere dei sudd…, volevo dire dei cittadini. L’ha detto la televisione.

Soros è un filantropo benefattore dell’umanità.

L’assass…, volevo dire l’interruzione di gravidanza è un diritto della donna. Lo ha detto la televisione.

Il mondo è sovrappopolato. Lo ha detto la televisione.

Le femmine possono fare tutto quello che fanno i maschi. Lo ha detto la televisione.

Galli e galline… sono la stessa cosa. Lo ha detto la televisione.

Bisogna distruggere l’omofobia. Ce lo chiede l’Europa.

Bisogna distruggere gli omofobi. Ce lo chiede l’Europa e lo ha detto la televisione.

Bisogna abolire il contante. Ce lo chiede l’Europa.

Solo moneta elettronica. Ce lo chiede l’Europa.

Sempre farsi rilasciare lo scontrino. Ce lo chiede l’Europa.

Lo scontrino serve a combattere l’evasione e controllare il controllabile. Lo ha detto la televisione.

Più controllo, più salute e più museruole; non disturbare il manovratore. Ce lo chiede l’Europa.

Le muser…, volevo dire le mascherine proteggono dal contagio. Lo ha detto la televisione.

Bill Gates sta studiando il modo di salvarci col vaccino. Lo ha detto la televisione.

Il vaccino ci proteggerà dalle pandemie. Lo ha detto la televisione.

Le statistiche dei contagiati e dei morti sono compilate con esattezza e onestà. Parola di gallina.

Le ambulanze non vanno mai a sirene spiegate senza autentica necessità. Parola di gallina.

Gli immigrati sono una risorsa. Lo ha detto la televisione.

Gli immigrati deve prenderseli tutti l’Italia. Ce lo chiede l’Europa.

Gli immigrati ci pagheranno le pensioni. Lo ha detto la televisione.

L’islam è una religione di pace. Lo ha detto la televisione.

Le religioni sono pressappoco uguali. Lo ha detto la televisione.

L’ambiente è in pericolo. Lo ha detto la televisione.

Il riscaldamento globale minaccia la vita sulla terra. Lo ha detto la televisione.

C’è consenso tra gli scienziati sulle minacce all’ambiente. Lo ha detto la televisione.

Tutto andrà bene. Lo ha detto la televisione.

Ma dobbiamo cambiare per sempre le nostre abitudini. Lo ha detto la televisione.

Dovremo consumare meno, muoverci meno, respirare meno, vivere meno. Lo ha detto la televisione.

 

Profondamente contrito, prometto e giuro di credere d’ora in poi a tutto ciò che vomit…, cioè emana il benefico feticcio a cento canali a colori che troneggia nei salotti, la sacra televisione che ci informa, ci ammaestra, ci ammonisce, ci diverte e ci istruisce, e dice a tutti, ma specialmente alle galline, cosa dobbiamo e cosa non dobbiamo fare, cosa dobbiamo credere e cosa non dobbiamo credere, e quanti coccodé al giorno sono permessi dal Grande Fratello.

C’è solo un piccolo problema. La televisione l’ho gettata via parecchi anni fa e da allora sto molto meglio e sono meglio informato grazie a internet, finché non imbavagliano anche quella (come il Grande Fratello sta già tentando di fare). Buon coccodé a tutte le galline.

QUIDAM DE POPULO


  •  
  •  
  •  
  •