•  
  •  
  •  
  •  

Così dice il Signore: “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo, che pone nella carne il suo sostegno e dal Signore allontana il suo cuore. Egli sarà come un tamerisco nella steppa; quando viene il bene non lo vede. Dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una terra di salsedine, dove nessuno può vivere. Benedetto l’uomo che confida nel Signore e il Signore è sua fiducia. Egli è come un albero piantato lungo l’acqua, verso la corrente stende le radici; non teme quando viene il caldo, le sue foglie rimangono verdi; nell’anno della siccità non intristisce, non smette di produrre i suoi frutti. Più fallace di ogni altra cosa è il cuore e difficilmente guaribile; chi lo può conoscere? Io, il Signore, scruto la mente e saggio i cuori, per rendere a ciascuno secondo la sua condotta, secondo il frutto delle sue azioni”.
Dal libro del profeta GEREMIA (17, 5-10)

Che giova all’uomo conquistare tutto il mondo, se poi perde l’anima sua? E che cosa darà l’uomo in cambio della sua anima?
Vangelo di San MATTEO (16,26)

Guai a voi quando tutti gli uomini parlassero bene di voi; poiché lo stesso facevano i loro padri con i falsi profeti.
Vangelo di San LUCA (6, 26).

Se le osservazioni di un critico si basano solo su questioni di rassomiglianza, significa che egli comprende meno di un bambino.
SU TONG-P’O (1037-1101), poeta e filosofo cinese

Bisogna proclamare solennemente che non è tollerabile la persistenza in un qualunque angolo del mondo di uno Stato ispirato ad ideali distruttivi tirannici (…….). Un regime il quale opprima la libertà umana all’interno, è un germe di infezione per tutto il mondo. Perciò occorre armarsi e combattere e soffrire per abbattere il regime che, abbandonato a sé, rovinerebbe il mondo intero.
LUIGI EINAUDI

Oggi il bambino non ancora nato è il bersaglio per la morte, per ammazzare, per distruggere, perché l’aborto è proprio distruggere l’immagine di Dio, è la più grande piaga della nostra società, è quella che distrugge di più l’amore e la pace.
MADRE TERESA DI CALCUTTA

Io sento che il paese più povero è quello che si sente costretto ad uccidere il bambino non nato per poter avere più benessere e più piacere.
MADRE TERESA DI CALCUTTA


  •  
  •  
  •  
  •