•  
  •  
  •  
  •  

BLATERONTE:

IL PEDANTE BLATERANTE

Disse Blateronte, il pedante con il gargarozzo ingorgato di Hegel e di Marx: l’articolo, o saggio (io me ne intendo perché sono saggio), deve necessariamente contenere (perché si capisca che lo scrivente è saggio), o meglio la sua struttura (dell’articolo o saggio) deve, dicevo, contenere:

tesi

argomentazione della tesi

antitesi

argomentazione dell’antitesi

confutazione dell’antitesi

Esempio:

tesi: 2 + 2 = 4

argomentazione della tesi: Contare le mele offre un’immediata verifica empirica della tesi.

antitesi: 2 + 2 = 6

argomentazione dell’antitesi: Poiché è imperativo diffidare dell’ovvio, spesso reazionario e sovranista; dichiariamo essere ovvio che la verità non esiste o è inconoscibile, mentre la verità di quello che qui affermiamo è vera.

confutazione dell’antitesi: L’antitesi è altrettanto dogmatica quanto la tesi, in quanto possono esservi diversi “ovvi”, e se a 2 mele si aggiungono 2 mele non è certo che diventino 6, al massimo potrebbero essere 5, da cui deriva:

nuova tesi: 2 + 2 = 5

argomentazione della nuova tesi: La nuova tesi ha il pregio di conciliare gli opposti, favorendo la distensione con una convergenza parallela di ponti e non muri.

nuova antitesi: 2 + 2 = 5,5 ovvero 5 e 1/2

argomentazione della nuova antitesi: La nuova tesi tratta solo di numeri interi, discriminando in modo razzista, omofobo e politicamente scorretto quelli non interi, ossia rotti, atteggiamento inaccettabile. L’esattezza o meno del calcolo diventa un fattore secondario di fronte alle istanze morali sollevate dalla questione.

confutazione della nuova antitesi: Partire da 2 + 2 = 5,5 permette di dedurre che l’inconoscibilità della verità conduce ad una pluralità di giudizi tutti cogenti e di natura eminentemente sintagmatica che preclude l’allargamento a prospettive nomotetiche, dal che promana l’irresistibile conclusione che 2 + 2 potrebbe risultare 6, oppure 5,5, o 5, presentando uno specchio performativo di notevole ampiezza.

tesi nuovissima: 2 + 2 = 

argomentazione della tesi nuovissima: Poiché nella trattazione dell’arduo problema facendo uso dei comuni numeri razionali non è stata raggiunta alcuna soddisfacente conclusione, si impone l’adozione degli irrazionali, più consoni al superamento della obsoleta logica borghese, qualunquistica e sovranista.

antitesi nuovissima: 2 + 2 = 

argomentazione dell’antitesi nuovissima: Grazie ad una rivoluzionaria applicazione della radice quadrata, si ottiene una soluzione che conferma il risultato ottenuto con mezzi più semplici in passato.

confutazione dell’antitesi nuovissima: Questa è un’ovvia ricaduta nella banalità aliena degli indispensabili approfondimenti dialettici; se questa antitesi fosse accettata, si ricadrebbe nello screditato risultato = 4.

tesi ipernuovissima: 2 + 2 = log 4/32

argomentazione della tesi ipernuovissima: Questa originale formulazione del problema permette di superare le strettoie delle vecchie prospettive interpretative, introducendo nuovi fattori per un migliore e più moderno inquadramento teoretico della materia.

antitesi ipernuovissima: 2 + 2 = 22

argomentazione dell’antitesi ipernuovissima: Poiché 4 si avvicina ad una soluzione che ricorre nella storia dell’annosa questione, si ritiene opportuno stabilire una concordanza… un concordato… una concorderia… un concordizio… che ponga fine alla discussione.

confutazione dell’antitesi ipernuovissima: Dogmatica e poco elegante ripetizione della soluzione = 4, ormai logora e superata dalla ricerca cultural-scientifico-letteraria-umanistica-oceanica-termonucleare. La discussione ha permesso pertanto, e anche perpoco, di toccare con mano l’inattingibilità della verità e il trionfo del paludato relativismo, poiché chi dice di conoscere la verità si autoesclude dall’aureo mondo scientifico.

Essendo questo il modo di ragionare delle cattedratiche teste di c… cocomero nelle Facoltà dove regna il relativismo, non desta stupore che i giovani si perdano nella nube di particolato di cocaina, come ad esempio quella che grava su quell’università… come si chiama? “la Supponenza”? “l’Insipienza”? “la Senescenza”, la “Delinquenza”?

QUIDAM DE POPULO


  •  
  •  
  •  
  •